Apre il blog!

Oggi apre il mio blog!

19 Responses to “Apre il blog!”

  1. ho letto con cresceinteresse,divertimento e piacere il tuo romanzo, sentendo, io che non ho mai visitato la Sicilia odori e sapori di questa bella terra!Grazie per avermi coinvolta in una storia antica e moderna che mi è dispiaciuto di aver terminato!Sei davvero brava! lina

  2. giuseppina Says:
    giugno 28, 2011 at 1:46 pm

    grazie a te Lina, magari ti verrà voglia di visitarla la mia sicilia.

  3. Maria Rosa Says:
    luglio 25, 2011 at 3:28 pm

    Sono stata una mese fa in Sicilia, mi è piaciuta tantissimo . Sempre che visito l’Italia compro libri perché nel mio paese non è facile trovarli, un libraio mi ha suggerito “Il conto delle minne” e ,grazie a lui , io e mio marito ti abbiamo “scoperto” . Bello e contradittorio come la stessa Sicilia . Ora vorrei leggere gli altri e ovviamente sogno con ritornarci

  4. giuseppina Says:
    luglio 29, 2011 at 9:23 am

    siamo pieni di violentissime contraddizioni, forse è per questo che la gente si interessa alla sicilia e ai siciliani, grazi edei complimenti

  5. Raffaella Says:
    luglio 30, 2011 at 3:50 pm

    Mi trovavo a Marzamemi per le mie vacanze (tutto sommato mi sono spostata di poco dalla mia Paternò…e chi la lascia la Sicilia d’estate!) naturalmente avevo in valigia “Manna e miele…”, comprato pochi giorni prima di partire su consiglio di una mia collega. L’ho divorato nel giro di 4 giorni!!! Amore a prima vista fu!!! E poi…panico! E ora che leggo??? Per fortuna la piccola libreria di Marzameni è riuscita e farmi avere nel giro di poche ore sia “L’assaggiatrice” che “Il conto delle minne”…divorati entrambi!!! Ma la cosa più bella è che ho avuto l’onore di conoscerla personalmente la sera del 26 Luglio a Marzamemi…grazie per le grandi emozioni che è riuscita a trasmettermi.
    Raffella

  6. giuseppina Says:
    agosto 7, 2011 at 7:46 pm

    l’onore è tutto mio e grazie per la sua affettuosa testimonianza

  7. maria laura Says:
    agosto 15, 2011 at 3:03 pm

    Non conoscevo nulla di Lei,cara signora,finché una mia amica mi ha dato il suo libro da leggere,”La conta delle minne”intendo e…mi si é aperto un mondo!Bellissima la trama e generose ed indimenticabili le sue donne!Chiaramente ho comprato subito una copia x la mia più cara amica,con la quale va avanti da anni un discorso sull’autonomia delle donne e sulla loro condizione e vorrò anche leggere “L’assaggiatrice”.Spero che continuerà a scrivere e a farci conoscere queste insolite e fiere donne del Sud.La ringrazio per questi bei momenti che trascorro leggendo i Suoi libri.

  8. giuseppina Says:
    agosto 17, 2011 at 5:19 pm

    Cara signora, grazie per la sua stima. il titolo sarebbe il conto ( nel senso di somma e di racconto= u cuntu, come nella tradizione del racconto orale) . per completezza di informazione, da due mesi è uscito un mio nuovo romanzo “manna e miele ferro e fuoco”, una nuova storia di donne fiere e non. la ringrazio ancora e buona lettura

  9. gabriella cantarini Says:
    settembre 11, 2011 at 6:37 am

    mentre stiro di solito ascolto la radio e il tono della sua voce (alcune parole le perdo nel vapore) mi hanno spinta in libreria a cercare il suo ultimo libro che …non c’era. allora mi sono “accontentata” di ILCONTO DELLE MINNE . è capitato mentre aspettavo la mammografia di routine e di controllo(ma quanta ansia)
    le volevo solo dire grazie per le donne per il suo impegno per avermi tenuto compagnia, per avermi fatto ritrovare un pò della mia infanzia e non solo e un pò della sua palermo, per avermi aiutato a perdonare.
    gabriella

  10. Tania da Cataniaa Says:
    ottobre 4, 2011 at 4:21 pm

    Carissima Giuseppina, il Conto delle Minne, non mi è stato segnalato da nessuno, la curiosità e la voglia di leggerlo mi è venuta guardando la copertina: due belle “minnuzze di S. Agata” e da buona Catanese verace non ho potuto fare a meno di acquistarlo…che merviglia! una storia che ho fatto subito mia, perchè i ricordi sono uguali ai miei(nata nel 57′)Oggi 4 Ottobre 2011, finalmente dopo un anno di prestito alla mia collega, il libro è ritornato tra le mie mani, ed io lo rileggerò,perchè grazie a lei,io rivivo piccoli momenti di quando mia madre preparava i biscotti ripieni con i fichi secchi,sono momenti di dolce nostalgia.Grazie !

  11. giuseppina Says:
    ottobre 7, 2011 at 5:50 pm

    grazie a te, sono d’accordo ci sono momenti in cui la nostalgia è dolce e il ricordo appaga…

  12. Ho letto “Manna e miele ferro e fuoco” e ho (è il caso di dirlo) divorato “L’assaggiatrice”… Splendidi entrambi. Descrivono una sicilianità e una femminilità affascinanti per chi è chiuso e introverso come me, nordica (valtellinese) e spigolosa nelle forme e nel carattere. Spero di leggere presto anche altro nel frattempo tanti complimenti e grazie per avermi regalato una lettura piacevolissima

  13. giuseppina Says:
    maggio 21, 2012 at 11:41 am

    grazie cinzia per la mail. La passione, descritta e comunicata, di solito è contagiosa, perciò mi piace raccontare, mi da l’impressione di contaminare i miei lettori. sono felice di aver contagiato una nordica spigolosa, ma tutto il mondo è paese. Anche da noi esistono i tipi introversi e spigolosi, un caro slauto g

  14. Gentile…anzi Cara Giuseppina, le scrivo da un paesetto in provincia di Messina. Al momento sto leggendo ” Il conto delle minne” ma ho già pronti gli altri suoi volumi sulla linea dell’…assaporamento ( io faccio la spesa dei libri e poi li consumo con calma secondo umori e tematiche mie del momento). Sul libro credo ci sia poco da aggiungere…io aggiungo semplicemente: carnale.
    Mi ci ritrovo in tutto comprese le virgole e questo mi è utile per trovare o meglio ri-scoprire parti di me che nella presunzione del noto e del già conosciuto …si perdono nel nulla della non consapevolezza, si sconoscono. Ma la cosa più bella per me è sapere che lei non solo è siciliana come me ma soprattutto che è ginecologa, lavora cioè come me nell’intimità, nella profondità e nel mistero del mondo femminile. io sono psicologa ed amo molto lavorare con le donne…Ma la domanda che vorrei porgerle è:come si fa a scrivere un bel libro? A me piace tanto scrivere ma ho sempre il timore di essere banale mentre scrivo…ed anche se ho tante cose da dire, cose mie personalissime…mi sento come se percorressi qualcosa di già detto da qualcun’altro…come si fa? Io da piccola volevo fare l’ostetrica; un altro motivo che mi spinge ad adorare una scrittrice ed una donna come lei.

  15. giuseppina Says:
    luglio 5, 2012 at 6:04 pm

    cara signora, grazie per il suo affetto, per quanto attiene ai consigli non saprei cosa dirle, le idee, le tematiche sono sempre le stesse dalle tragedie greche in poi. cambia il modo di raccontarle. io non sono una del mestiere, scrivo, sono poi i lettori a decidere se la storia è bella o no. provi a scrivere e non si arrenda, vada avanti con il suo progetto. l’unica cosa è credere in quello che si fa. un caro saluto e un forte in bocca al lupo

  16. Buongiorno, sto leggendo L’Assaggiatrice e sono felice, grazie.

  17. giuseppina Says:
    ottobre 7, 2012 at 11:03 am

    che bella notizia per un autore

  18. Rosalba Bassi Says:
    maggio 8, 2016 at 11:17 am

    Gentile autrice, ho trovato su internet il suo blog. Mi permetto di scriverle solo per dirle grazie! I suoi libri mi danno gioia e mi trasmettono un senso di pace. Lei sa congiungere la realtà più cruda alla speranza, il dolore all’ottimismo,la morte alla rinascita, e tutto questo in una prosa che è pura poesia, e con osservazioni sulla vita che sono così vere da commuovere. Finora ne ho letti solo tre -la conosco da poco- ma voglio leggerli tutti, sperando che lei, cara Giuseppina, (posso chiamarla così?) non smetta mai di scrivere! Mi scuso per l’intrusione, e ancora grazie!!
    Rosalba

  19. giuseppina Says:
    luglio 20, 2016 at 3:20 pm

    grazie a lei

Lascia un commento